Vai al contenuto

Sostituire le lampadine anabbaglianti alla propria automobile non è proprio così semplice …

7 marzo 2009

H7 55W alogena A chiunque sarà capitato almeno una volta nella propria vita di dover sostituire una o più delle lampadine in dotazione all’impianto di illuminazione della propria autovettura. E’ un guasto abbastanza frequente, assolutamente non grave, al quale comunque è necessario porre immediatamente rimedio pena sanzioni abbastanza severe da parte delle forze dell’ordine, soprattutto se si è fermati durante le ore serali (quando, evidentemente, è impossibile non notare il malfunzionamento di uno dei fari siano essi anteriori o posteriori).

A me è capitato recentemente e, fortunatamente, me ne sono reso conto appena accesi i fari della mia autovettura, una Ford Focus del 2002. Uno delle due lampadine anabbaglianti era evidentemente non funzionante. Dato che sono un maniaco del fai date e non amo farmi “cravattare” da meccanici, elettrauto e/o benzinai per la risoluzione di problematiche di questo tipo, ho voluto provvedere personalmente alla sostituzione del bulbo difettoso.

La lampadina necessaria, di tipo alogeno, è una H7 da 55 Watt. E’ relativamente facile da trovare in qualunque ipermercato, solo che non è proprio economicissima. Lo stree price varia dagli 8 ai 10 euro e oltre a seconda della marca e tipo scelto: esistono anche confezioni da 2 pezzi che, naturalmente costano un po’ meno dell’acquisto di due singoli elementi.

Sfortunatamente, anche se l’elemento bruciato è uno solo, è necessario cambiare entrambi i bulbi: questo perché la maggior parte dei produttori distribuisce il medesimo modello di lampadina con coefficienti di luminosità differenti. Quindi se si sostituisce solo l’elemento difettoso, si rischia poi di avere una diversa intensità luminosa tra i due fari: non tutti sanno che anche questa differenza potrebbe essere passibile di contravvenzione da parte delle forze dell’ordine (a seconda del livello di pignoleria applicato).

Alla fine ho optato per l’acquisto di una coppia di H7 no brand, con una capacita luminosa dichiarata pari al 50% in più rispetto allo standard: costo complessivo 17,90 euro.

Pensavo che la procedura di sostituzione fosse semplice e rapida ma, purtroppo, non è stato proprio così. Anzitutto, come ogni bravo tecnico che si rispetti, piuttosto che andare ad intuito, ho provveduto a leggere attentamente la sezione dedicata del manuale d’uso in dotazione con la macchina.

Sulla carta è tutto molto chiaro:

  1. si apre il cofano anteriore con la chiave di accensione (prima un giro a sinistra e poi un ulteriore giro a destra per sbloccare del tutto), si fissa il medesimo con l’apposita staffa (a salvaguardia della propria materia cerebrale)
  2. si estrae, per ciascun gruppo ottico, un sorta di scatola di protezione posizionata subito dietro il medesimo
  3. si stacca il connettore di alimentazione
  4. si libera il gancio di blocco della lampadina e si estrae la medesima facendola ruotare leggermente fino a quando non si sblocca dalla sede
  5. si inserisce la nuova lampadina avendo cura di tenerla solo per la parte posteriore (le lampadine alogene non vanno toccate assolutamente sul bulbo)
  6. si ripete la procedura appena descritta all’inverso.

Nella realtà è un vero delirio: anzitutto per la rimozione delle scatole di protezione è necessario avere delle mani minuscole. Io non le ho molto grandi, ma ho avuto comunque grosse difficoltà. Inoltre per smontare la scatola relativa al faro sinistro è necessario rimuovere prima il coperchio copri batteria, altrimenti è impossibile inserire la mano.

Una volta rimossi questi malefici oggetti (è necessario abbassare una linguetta in metallo posta in basso per sbloccarli, e poi fare leva a sinistra o a destra, a seconda della posizione del gruppo ottico, per estrarli dalla sede) è impossibile riuscire a vedere la zona dove si dovrebbe andare ad estrarre la lampadina. E’ necessario andare un po’ a tentoni con le dita, avendo cura di non farsi male.

Una volta riusciti a sostituire le lampadine, è meglio provarne prima il funzionamento accendendo i fari, e poi provvedere al rimontaggio dei coperchi in plastica. Questa è la fase che porta via più tempo perché, vuoi per il poco spazio a disposizione, vuoi per l’impossibilità di poter vedere la sede ove vanno inserite le cerniere in plastica di questi benedetti coperchi, è difficilissimo riuscire ad inserirli correttamente al primo colpo.

Dopo numerosi tentativi, mi sono accorto che è necessario incastrare le cerniere una alla volta a partire da quella più vicina alla carrozzeria della macchina (quindi per il faro sinistro quella di sinistra e per il faro desto quella di destra). Ci si rende conto del corretto alloggiamento delle scatole solo se si riesce successivamente a bloccarle mediante il riposizionamento della linguetta in metallo posta in basso: se risollevandola si incastra correttamente sulla scatola, allora il montaggio è stato corretto.

La morale è che per montare due misere lampadine ci ho messo complessivamente circa mezz’ora (pur avendo letto attentamente il manuale), incluso un discreto quantitativo di imprecazioni di supporto e naturalmente, la classica pioggia improvvisa (alias nuvola di Fantozzi) che mi sono dovuto subire proprio nel momento topico dedicato al riposizionamento dei malefici coperchi.

Adesso mi è più chiaro perché quando si va dal benzinaio, elettrauto o meccanico, a sostituire le lampadine dei fari, il prezzo di costo (che è comunque sempre più alto dello standard) magicamente “raddoppia”, nemmeno fosse un “gratta e vinci”.

5 commenti leave one →
  1. 8 marzo 2009 08:20

    Le lampadine più vendute al mondo sono le H7, potenti ma molto delicate, per colpa del bulbo molto piccolo.

    Io mi sono stufato di cambiare queste maledette lampade, anche se il tempo di sostituzione è molto veloce sul Touran. Sono seriamente intenzionato a montare un impianto all’exeno.

    • 8 marzo 2009 13:15

      Per montare lampade alogene allo xeno però devi sostituire anche tutto il gruppo ottico con un adatto allo scopo, perchè scaldano molto.
      Valuta se il gioco vale la candela, anche perchè costano molto di più delle H7 (che sono già molto care) 😉

  2. Luciano permalink
    18 novembre 2009 11:49

    Per montare lampade allo xenon (non alogene allo xeno nè all’exeno ma solo allo XENON che è un gas nobile!) non devi affatto sostituire il gruppo ottico con uno adatto allo scopo!!!!! Devi solo acquistare un kit xenon in cui trovi oltre alle lampadine anche le relative centraline e montarle molto facilmente. Giusto qualche difficoltà nella sostituzione delle lampadine per l’esiguo spazio a disposizione! Ovvio che il costo di un buon kit xenon si aggira tra i 60 e i 100 euro!!

    • Edo permalink
      14 dicembre 2009 23:11

      ha ragione luciano ! oltre al fatto che assolutamente non devi sostituire il gruppo ottico c’è da dire anche che le lampadine allo xenon scaldano molto meno delle normali lampadine alogene e ti diro di più consumano molta meno corrente pensa che unaH7 alogena consuma 55w ed una allo xenon soltanto 35w !!!!!!!!
      quindi cristiano prima di dire cavolate informati………….

  3. guiky permalink
    26 gennaio 2010 19:21

    Io ho fatto cosi’:
    Sviti l’unica vite che blocca il fanale, lo fai scivolare fuori, togli comodamente il coperchio di protezione e cambi la lampada. Ci impieghi 5 minuti tra smontare e rimontare. Saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: